teicos si racconta
sfoglia le news

Direttiva UE sull’efficienza energetica: Renovate Italy e altre associazioni si rivolgono al Governo

Articolo del 25 Febbraio 2020 / Tutti le news

È stata pubblicata la bozza del recepimento in Italia della Direttiva 2018/844, che modifica e integra la Direttiva europea sull’efficienza energetica degli edifici (EPBD).

Questa strategia sarà lo strumento che orienterà le azioni e le politiche in tema di ristrutturazione edilizia fino al 2050; prevede, infatti, che l'intero stock edilizio debba essere riqualificato, de-carbonizzato e trasformato in NZEB (ovvero edifici a consumo energetico quasi nullo).

Su questo si sono espresse le associazioni Renovate Italy, Kyoto Club e Legambiente redigendo una lettera per il Governo.

Il parere delle associazioni sulla direttiva europea dedicata all'efficienza energetica degli edifici

Le associazioni si dicono deluse in particolare dalla lettura dell'articolo 5 della Direttiva europea; qui si indica che la strategia conterrà "politiche e azioni volte a stimolare le ristrutturazioni importanti" e "azioni rivolte ad accelerare la riqualificazione energetica degli edifici pubblici" ma si spiega anche che solo nelle versioni successive della Direttiva saranno riportati "i dettagli relativi all'attuazione della strategia stessa, ivi comprese le politiche e le azioni in essa previste".

Le associazioni all'unanimità ritengono che, "senza una definizione chiara delle politiche messe in campo, la strategia si limita ad essere un documento di indirizzo che contiene mere ipotesi".

La lettera (che cliccando qui si può leggere integralmente) è stata firmata anche da Cecilia Hugony in quanto portavoce Renovate Italy e conclude come segue:

" [...] riteniamo che il nostro paese non abbia bisogno di decisioni dilatorie ma di scelte coraggiose e pertanto chiediamo che il recepimento avvenga correttamente, nei contenuti (aderentemente al
testo della Direttiva), nei modi (tramite convocazione degli stakeholder, alla quale saremo
felici di portare i nostri contributi) e nei tempi (almeno entro la fine del presente anno)".

Fonte notizia: Kyoto Club

Scopri di più sulle modifiche alla Direttiva europea in questo articolo di Ediltecnico.

 

condividi
torna alla
sezione news