teicos si racconta
sfoglia le news

Concluso l’intervento di restauro storico del prestigioso stabile in Piazzale Aquileia a Milano

Articolo del 24 Settembre 2020 / Tutti le news

Si sono conclusi i lavori di restauro del prestigioso stabile tra piazzale Aquileia e via Paolo Giovio, nel centro storico di Milano.

A seguito di una caduta accidentale di frammenti in cemento, prima ancora dell’avvio formale dei lavori in ottobre, l’estate dello scorso anno è stato montato un ponteggio di sicurezza per eseguire delle operazioni di rimozione delle parti pericolanti di uno dei balconi dei piani alti, proprio in corrispondenza del prospetto principale. Da lì a poco i lavori hanno preso il via sul fronte prospiciente la piazza per poi essere riproposti sulla facciata di via Paolo Giovio.

Oggi, una timida tonalità ocra, rilevata in un campione residuo di calce decorativa, dialoga nuovamente con i grigi caldi dei decori floreali e delle modanature di cornici, marcapiani, bugne e balconi, microsabbiati e ricostruiti da esperti cementisti. Le porzioni maggiormente compromesse, o del tutto mancanti, come le cimase e le basi di alcuni balconi, sono state riprodotte in laboratorio con un impasto di cemento e graniglia di marmo bianco, nell’esatta geometria degli elementi originali, ricavata con un calibro a pettine, utilizzando stampi in gesso realizzati appositamente.

Il restauro dei disegni in graffito circoscritti da cornici in cemento è stata un’operazione lunga e meticolosa che ha visto le decoratrici alle prese dapprima con il consolidamento delle porzioni più sane ma polverulenti, poi con il completamento dei decori a mano libera con un punteruolo con la sola guida di un disegno puntinato.

Alla stessa stregua è stata ripristinata la superficie in pattern a squame che interessa buona parte delle facciate fino al sottogronda dove si ripetono le specchiature di disegni floreali.

Infine, il restauro è stato completato con il recupero delle persiane lignee originali, smontate, curate in laboratorio e rimontate a fine lavori, e con la verniciatura delle opere in ferro dei ricchi parapetti dei balconi.

condividi
torna alla
sezione news