teicos si racconta
sfoglia le news

Concluso il cantiere di Biassono: consolidamento antisismico di un edificio storico vincolato

Articolo del 30 Novembre 2018 / Tutti le news

Teicos ha concluso l’intervento di bonifica della copertura e di consolidamento ai fini della riqualificazione antisismica del tetto della Scuola Primaria Aldo Moro di Biassono, edificio vincolato dalla Sovrintendenza in quanto di interesse storico. I lavori, iniziati a giugno 2018, si sono protratti fino al mese di dicembre, pur sempre garantendo la piena fruibilità dello stabile ed evitando qualsiasi tipo di interferenza con l’attività scolastica che vi si svolgeva all’interno.

Al rispetto per il valore storico dell’edificio, che si è tradotto in un intervento che ne ha mantenuto le salienti caratteristiche estetiche, si è affiancata l’attenzione per l’ambiente. Questa particolare sensibilità al tema si è concretizzata non solo nell’utilizzo delle procedure di gestione ambientale interne all’azienda (Teicos è certificata ISO 14001), ma anche nella scelta di materiali: a basso impatto ambientale o provenienti da filiere che garantiscono l’utilizzo di materiali riciclati (10% per i laterizi, fino al 70% per gli acciai e oltre l’80% per gli isolanti in lana di vetro), nel rispetto dei Criteri Ambientali Minimi richiesti dal bando.

I pannelli OSB utilizzati per l’assito in copertura, ad esempio, sono certificati FSC (www.FSC.org), che ne garantisce la provenienza da una filiera rispettosa dell’ambiente e del patrimonio boschivo, attraverso una politica di compensazione delle materie prime  utilizzate con la piantumazione di nuovi alberi e un’attenta gestione forestale.  

I dettagli tecnici dell'intervento realizzato da Teicos a Biassono

L’intervento ha coinvolto la struttura del tetto, che è stata rinforzata in modo da migliorarne l’indice di vulnerabilità sismica e adeguarla alla normativa vigente, e la copertura. La bonifica dell’amianto presente nei sottocoppi (oltre 1500 mq), è stata anche occasione per un intervento di miglioramento energetico, realizzato con la posa  di pannelli isolanti monolitici strutturali in poliuretano dello spessore di 6 cm, rivestiti da una lamina di alluminio, integrati con un listello portategole in acciaio che garantisce la microventilazione sotto manto. Per migliorare ulteriormente il sistema di tenuta all’acqua tra l’assito in OSB e il pannello in poliuretano, è stata stesa una membrana traspirante impermeabile, trattata con prodotti repellenti per volatili e insetti efficaci ma atossici per l’uomo e gli animali.

La progettazione in BIM è stato un valido sostegno alla logistica e alla gestione del cantiere. Attraverso le simulazione della cantierizzazione e dei processi per l’esecuzione delle opere, sono stati limitati gli imprevisti durante i lavori, consentendo così di ridurre i tempi.

condividi
torna alla
sezione news